Ponte Capriasca: per un comune dinamico ed innovativo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Investimenti al lumicino

L’ultima legislatura a Ponte Capriasca doveva essere, stando ai programmi di tutti i partiti del paese, una legislatura di grandi investimenti. Il più importante? Quello del nuovo asilo, da cui si discute da orami decenni. Invece, a causa di una situazione finanziaria poco stabile, gli investimenti nel corso della legislatura si sono ridotti al lumicino, rimandando più in là nel tempo tutte le mozioni, i progetti e gli investimenti che si era programmato di fare. Ed oggi siamo confrontati ad un altro investimento urgente, che farà slittare ulteriormente nel tempo questi impegni finanziari: il rifacimento delle tubature, che andrà a costarci parecchi milioni.

Ponte Capriasca: comune dormitorio?

Ponte Capriasca sta quindi correndo il rischio di diventare un comune dormitorio, senza servizi, senza attrattiva, da cui giovani e famiglie potrebbero decidere di andarsene. Ma non deve essere così, il potenziale di Ponte Capriasca è ben altro! Ponte Capriasca è e deve rimanere un comune dinamico ed attrattivo per famiglie, giovani ed anziani. Le idee creative ed innovative in questo senso non mancano di certo: dalla creazione di uno spazio di co-working comunale dove giovani, adulti e anziani possono avere accesso a internet e lavorare, alla creazione di un parco fitness all’aperto, passando dal mercato dell’artigianato in piazza Righinetti fino ai posteggi con ricarica per macchine elettriche.

C’è tanto da fare!

A Ponte Capriasca, insomma, “ghè da fa”, c’è tanto da fare. Da questa necessità di rinnovamento e di cambiamento nasce quindi la nostra lista civica “Ponte c’è!”, che vuole andare oltre la classica e (per molti temi comunali) oramai superata differenziazione partitica, e che mette a disposizione sulla sua lista persone volenterose a lavorare per il bene di tutti i cittadini del comune di Ponte Capriasca. Il primo obiettivo è quello di ristabilizzare le finanze comunali, attraverso una chiara pianificazione finanziaria: il nuovo sistema contabile cantonale darà un po’ di sollievo alle nostre casse, ma è importante monitorare le spese legate all’amministrazione (che devono rimanere costanti), e dando la giusta priorità agli investimenti più importanti. Il tutto per evitare un ulteriore, probabilmente fatale, aumento del moltiplicatore.

Clicca qui e scopri di più sul mio impegno per le elezioni comunali!

Diego Baratti

Candidato al Consiglio Comunale e al Municipio di Ponte Capriasca

Presidente Giovani UDC Ticino